Giovanni Paolo II nel 1985

Fonte Chiarillo ed una scatoletta di carne vuota

Hit Counter

La compagnia di Pizzone, un paese della Mainarde, provincia di Isernia,  che ogni anno raggiunge Canneto "monti monti", nel 19 Agosto 2007 appose una lapide vicino alla Fonte Chiarillo per ricordare che il Santo visitatore Giovanni Paolo II, grande appassionato della montagna, si era dissetato a questa fonte l'11 luglio 1985. Il Pontefice fu in questo luogo incantevole, peraltro non facilissimo da raggiungere, durante una passeggiata accompagnato dai Padri Salesiani che lo ebbero ospite per una breve vacanza nella loro casa a Canneto, casa intitolata al nostro Don Enrico Vitti, "l'Abate" per antonomasia. Il Pontefice bevve l'acqua di Chiarillo servendosi di una scatoletta di carne vuota,  da lui raccolta da terra, lavata ed usata come bicchiere;  un gesto piccolo  di umilta' grande, di quel Santo gigante della storia che ha visitato la nostra terra. 10 aprile 2012

 

La lapide degli amici di Pizzone cosi' recita:

L'AMORE PER LA MONTAGNA PORTO' L'11 LUGLIO 1985 SUA SANTITA' GIOVANNI PAOLO II PRESSO QUESTA SORGENTE. ASSETATO RACCOLSE UNA SCATOLETTA DI CARNE VUOTA, LA LAVO' E L'ADOPERO' COME BICCHIERE. A RICORDO LA COMPAGNIA DI PIZZONE IN PELLEGRINAGGIO A CANNETO.  FONTE CHIARIGLIO 19 AGOSTO 2007

10 aprile 2012